Avete presente quei libri interattivi dove siamo noi a scegliere i vari percorsi del protagonista, con le relative scelte da fare? Se sbagliamo, ritorniamo al punto in cui abbiamo commesso l’errore e proviamo nuove strade, sperimentiamo nuove possibilità. Ecco, tutto questo accade in “Stories – The Path of Destinies”.

maxresdefault

La gestione della storia e delle scelte del protagonista è una peculiarità non più così rara, dato che esiste un parco titoli di tutto rispetto che già da tempo ha fatto di questo “game style” la sua fortuna. Nonostante tutto “Stories – The Path of Destinies” offre un gameplay fresco e accattivante. La trama è il punto forte del gioco, come è giusto che sia data la sua peculiarità, e grazie a questa caratteristica il giocatore viene letteralmente immerso in questa avventura dettagliata, emozionante e particolarmente avvincente.

Stories:The Path of Destinies_20160407185232

Stories:The Path of Destinies_20160407185232

Un punto forte del gioco è la narrazione, dato che veniamo accompagnati da un narratore che dà la voce a tutti i personaggi e che, con un’incredibile carisma, riesce ad entrare in contatto col giocatore al tal punto da convincerlo ad eseguire un’azione piuttosto che un’altra. Questo è segno di un attento studio sulle varie, per non dire infinite, possibilità che il giocatore ha durante lo scorrere del gioco.

 

 

Parlando ora di difetti, “Stories – The Path of Destinies” ne presenta alcuni davvero fastidiosi. Partendo da quello che può risultare soggettivo, ovvero la ripetitività del gameplay. Per essere ripetitivo il gioco lo è, e in vari punti forse fin troppo, ma tutto sta ai gusti del giocatore. Se si è fan della serie di giochi nel quale bisogna concentrarsi molto sulla trama, come le avventure grafiche della LucasArts, allora “Stories – The Path of Destinies” è pane per i vostri denti. Ma se un giocatore è abituato agli FPS, giochi di ruolo, platform e così via… beh, è meglio che stiate alla larga da questo gioco, purtroppo non fa al caso vostro.

2938441-122938441-12 591531657L’altro punto a sfavore è collegato ai livelli, precisamente al loro ristretto numero. Ci sono davvero pochi livelli per essere un fantasy così ben strutturato e con una LORE così ricca. Nonostante tutto i livelli presenti sono ben congegnati; ognuno è nettamente diverso dall’altro, questo sta ad enfatizzare quanto le nostre scelte porteranno il protagonista a luoghi, eventi e persone nuove e/o sconosciute.

Personalmente parlando, ci ho messo un po’ a terminare l’intero gioco, considerando il fatto che ho voluto approfondirlo in ogni punto. In conclusione posso dire che è un gioco piuttosto interessante, dai spunti accattivanti e, nel suo piccolo, innovativo. Ma bisogna considerare che non è un gioco adatto a tutti, pertanto questo diamante allo stato grezzo che è “Stories – The Path of Destinies” è condannato a restare negli scaffali dei veri appassionati del genere.

Questo contenuto è stato creato da un utente registrato alla community di GAM3RLAB.COM, le informazioni in esso contenute non sono state verificate. Se pensi che questo contenuto contenga informazioni errate, inappropriate o che in qualche modo possa violare la nostra licenza d'uso ti preghiamo di segnalarcelo tramite il pulsante di seguito. Ricorda che anche tu potrai creare e condividere contenuti, se vuoi ulteriori informazioni su come poter collaborare con la nostra redazione clicca qui

Scrivi