EA e DICE hanno rivelato oggi una nuova modalità per Star Wars Battlefront chiamata “Eliminazione”, che altro non è che un classico team dethmatch. Nella modalità ci troveremo in squadre da 10 membri ciascuna, e la vittoria sarà assegnata alla squadra che riuscirà ad effettuare per prima 100 uccisioni, o a quella che ne realizzerà di più nell’arco di 10 minuti.

In Eliminazione ci troveremo inoltre su mappe più piccole e prive di veicoli, ma per tutti i dettagli vi riportiamo di seguito il comunicato ufficiale, reperibile anche su questa pagina.

Eliminazione è rivolta a tutti coloro che cercano un’esperienza di gioco classica e appagante ambientata nell’universo di Star Wars™.

Il deathmatch a squadre di Star Wars™ Battlefront™, denominato per l’appunto Eliminazione, vede confrontarsi Ribelli e Imperiali in intense battaglie 10 contro 10. Puoi vincere se la tua squadra totalizza 100 uccisioni o se ne ha riportate più degli avversari al termine del round di 10 minuti. Immediata, appassionante ed emozionante fino all’ultima uccisione: questa è la modalità Eliminazione che abbiamo voluto sviluppare.

Eliminazione è una modalità molto variegata per quanto riguarda l’azione di gioco e la natura imprevedibile della squadra avversaria. Anche le stesse mappe si distinguono per varietà di ambienti e situazioni.

Il capo progettista livelli Dennis Brännvall ci anticipa gli scenari mozzafiato di questa modalità che faranno la gioia dei fan di Star Wars:

“In una mappa ci ritroviamo a combattere in ambienti interni su Endor o Sullust. In quella successiva possiamo trovarci negli aridi canyon di Tatooine o dentro le gelide caverne ghiacciate di Hoth. Io apprezzo soprattutto la verticalità della mappa di Tatooine, dove si combatte accanto a un Cingolato.”

Per garantire un’azione di gioco intensa in questi ambienti ristretti, le mappe Eliminazione non sono vaste come quelle di altre modalità. Va detto che ogni mappa del gioco è progettata in base alle caratteristiche di ciascuna modalità. In altre parole, non si tratta di versioni più piccole di altre mappe. Brännvall sottolinea questo aspetto fondamentale e pone l’accento su altre variabili:

“Immaginiamo di aver appena giocato in modalità Assalto camminatori su Hoth e di voler passare alla modalità Eliminazione, sempre su Hoth. Grazie al diverso momento della giornata, che influisce sull’illuminazione, noteremo sicuramente la differenza.”

Come nelle altre modalità di Star Wars Battlefront, la chiave del successo sta nella scelta di un kit con le armi più adatte al nostro stile di gioco e alle condizioni della battaglia. Le armi che è possibile raccogliere in campo hanno un valore strategico ancora più importante, dato che in questa modalità non sono presenti né veicoli né eroi o malvagi.

“Ottenere un droide in grado di rilevare i nemici circostanti, una torretta capace di tenere una zona sotto controllo o altri armamenti può davvero fare la differenza in una partita Eliminazione,” afferma Brännvall. “Non sono facili da trovare, perciò è meglio tenere gli occhi bene aperti.”

Se ti appassionano i deathmatch a squadre o vuoi soltanto goderti una delle modalità multigiocatore principali, cimentati in una partita Eliminazione quando Star Wars Battlefront uscirà in tutta la galassia il 19 novembre.

Scrivi