Sembra che Ubisoft abbia imparato dai propri errori, in particolare da quello legato all’evidentissimo downgrade riscontrato con la versione finale di Watch Dogs. Come molti sapranno e avranno notato, Watch Dogs era stato mostrato all’E3 del 2012 sfoggiando una veste grafica impeccabile, che si è vista pesantemente troncata nelle versioni “reali” del gioco. L’accaduto ha gravato profondamente sull’immagine di Ubisoft, che ha deciso saggiamente di cambiare politica per quanto riguarda il materiale mostrato in fase di produzione.

Il CEO della compagnia Yves Guillemot, ha recentemente dichiarato che ora tutti i team di sviluppo mostreranno durante i vari eventi solo versioni dei giochi che girano effettivamente sulle piattaforme di destinazione. E’ stato questo il caso anche durante l’E3, e tutti i video che abbiamo visto dovrebbero quindi rispecchiare ciò che troveremo nel prodotto finale.

Speriamo sia tutto vero, anche perchè in caso di ulteriori downgrade, dopo queste dichiarazioni, Ubisoft potrebbe essersi davvero tirata la zappa sui piedi.

Scrivi